Logica dell’impianto partecipativo

Il meccanismo proposto in Leadermed è basato sul coinvolgimento diretto e informale dei sindaci, testimoni privilegiati. I primi cittadini diventano ambasciatori della comunità locale e narratori principali della comunità. Hanno un ruolo guida fondato sulla propria autorevolezza e sulla loro vicinanza reale agli attori locali.

La pubblica amministrazione locale, attraverso il sindaco, è chiamata ad adottare l’esplorazione locale come pratica di comunità, semplice, immediatamente realizzabile, priva di costi sensibili, attuata attraverso la collaborazione e la  cooperazione degli attori di territorio e degli stessi cittadini.

L’esplorazione partecipata avviene senza intenti auto celebrativi e con un livello elevato di verità.

L’impianto partecipativo si basa:

- sul principio dell’immediata restituzione delle esperienze, dei documenti, delle testimonianze e dei risultati sui canali web in uso;

- sul coinvolgimento a cascata nell’uso degli strumenti di documentazione e diffusione via web;

- sul principio di condivisione di semplici regole e strumenti per l’accrescimento nel tempo delle narrazioni e dei valori condivisi;

- sulla valorizzazione delle persone come testimoni del progetto;

- sul principio delle permanenza dell’animazione territoriale attraverso gli strumenti condivisi.

 





Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it