CARDO

Pubblicato il 7/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

       Il cardo (Cinara cardunculus) è un ortaggio invernale di forma simile al sedano, ma appartenente alla stessa famiglia dei carciofi. La pianta da cui si ricavano i cardi  possiede coste fogliari (la parte che viene consumata) simili a quelle del sedano. Sono lunghe circa 60-150 cm e sono biancastre. Il cardo, inoltre, può essere ricoperto di spine.  




Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

Il cardo ha pochissime calorie e un indice di sazietà piuttosto alto, quindi può essere arricchito di sapore anche utilizzando una certa quantità di grassi pur mantenendo una elevata sazietà. I cardi sono ortaggi costituiti principalmente da acqua (94 g/100g) e fibre (1,6 g/100g), per questo motivo il loro apporto calorico è molto ridotto (17 Kcal/100g). Rilevante è il contenuto in sali minerali, specialmente potassio (400 mg/100 g), calcio (70 mg/100 g) e sodio (170 mg/100 g). Inoltre è presente una sostanza chiamata silibina, particolarmente utile per la funzionalità epatica. L’elevato contenuto in fibre rende i cardi alimenti ottimali per regolarizzare la funzionalità intestinale, in associazione ad un adeguato consumo di acqua.
Il potassio aiuta a mantenere nei giusti livelli il PH sanguigno e la pressione arteriosa ed ha effetto positivo su nervi e muscoli.


Conservazione e cottura

I cardi, al fine di evitare che si scuriscano, vanno cotti immediatamente oppure conservati in acqua acidulata. Se si vuole mantenere il colore anche dopo la bollitura, è bene spremere il succo di mezzo limone anche nell'acqua di cottura.
Solo i cardi di ottima qualità, come quelli gobbi, si possono mangiare crudi, gli altri vanno sottoposti a cottura, anche piuttosto prolungata (30-60 minuti).



Proprietà salutistiche

Il cardo è un alimento rinomato per le sue virtù depurative e protettive, soprattutto nei confronti del fegato, per cui il suo impiego è consigliato in caso di intossicazioni causate da alcool, epatite o droghe. Le proprietà antiossidanti del cardo, invece, permettono di tenere sotto controllo e facilitare l’eliminazione di radicali liberi, scorie e tossine. Le qualità galattogene di questa pianta, inoltre, la rendono un alimento ideale anche per la stimolazione dell’allattamento da parte delle neo-mamme.


Zona geografica

Il cardo cresce in tutto il bacino del mediterraneo e cresce in terreni sabbiosi e ricchi di acqua.



Periodo di raccolta e consumo

Il cardo si raccoglie principalmente di inverno. La parte commestibile del cardo è il gambo, che ha un gusto simile a quello del carciofo, con sfumature che ricordano vagamente il sedano. In cucina il cardo può trovare ampio spazio all’interno di ricette per il condimento di primi, come contorno o quale ingrediente nella preparazione di secondi piatti.


Habitat ideale di coltivazione

Il cardo è un ortaggio difficile da coltivare. Infatti i suoi gambi sono piuttosto duri e di sapore amarognolo, pertanto per limitare l’amaro devono essere coltivati il più possibile in assenza di luce, il che li rende anche più candidi; per essere più teneri devono subire l’effetto delle gelate tardo-autunnali. La semina, manuale o meccanica, si effettua, verso la metà di maggio e trattandosi di una coltura molto rustica non richiede interventi con fertilizzanti chimici di sintesi.


Indizi di qualità

I gambi devono essere bianchi e compatti e non presentare tracce di colore verde, altrimenti saranno duri e amari. I cardi che tendono ad aprirsi non sono più molto freschi, meglio scegliere piante dal colore chiaro, chiuse e pesanti, prive di macchie, con costole croccanti e larghe.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it