Cardogna Comune

Pubblicato il 7/4/2015 da Vincenzo Signoriello



Localizzazione


Descrizione

La cardogna "u cardaun" (scolimus hispanicus), famiglia delle Asteraceae, è una pianta robusta e spinosa, cespugliosa, provvista di una radice a fitone 1-4 cm di diametro non ramificata. Il fusto ramificato può superare i 120 cm. Le foglie tenere da giovani e coriacee a maturità lunghe fino a 30 cm con denti profondi, sono provviste di spine evidenti e presentano una lamina verde. Le inflorescenze sono capollini terminali e ascellari avvolte da brattee spinose, squame lanceolate verdi lunghe 15-18 cm. I fiori sono ermafroditi.

Conservazione e cottura

Viene definita pianta barometro perché le brattee interne risultano sensibili all’umidità tanto che nella giornate umide si accostano e ricoprono il fiore. Le nervature centrali delle foglie vengono bollite e utilizzate da sole o con le altre erbe per preparare minestre,minestroni e zuppe.


Proprietà salutistiche

Valori nutrizionali (Prof. Bianco et al. 2009) 100 grammi di peso presenta il 90% di acqua, 450 mg di potassio, 140 mg di calcio, 30 mg di acido ascorbico,120 mg di magnesio, 415 di nitrati mg/kg di p.f. Proprietà nutrizionali: presenta proprietà diuretiche, digestive, toniche e disintossicante epatico.


Zona geografica

La zona di produzione della cardogna selvatica e la Murgia, anche se in certe zone come Minervino Murge viene coltivata, ottenendo un buon prodotto da mangiare.


Periodo di raccolta e consumo

La pianta cresce nei terreni incolti e campi aridi. Le radici vengono raccolte e vendute nel periodo pre-natalizio, mentre i giovani getti e le foglie tenere in primavera.


Indizi di qualità

Le parti commestibili sono radici, giovani getti, nervature fogliari e fiori. La radice carnosa viene impiegata lessa o bollita accostata alle carni oppure con le orecchiette e pomodorino del serto.


Elementi della storia e delle tradizioni

Nella città di Andria, da antiche tradizioni nel giorno della pasquetta si utilizza la cardogna con le uova e l’agnello o col capretto.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it