Cece nero

Pubblicato il 21/7/2015 da Luna Pastore



Localizzazione


Descrizione

Il cosiddetto cece nero viene coltivato tra Acquaviva delle Fonti, Santeramo e Cassano delle Murge. E' molto resistente alla avversità atmosferiche, non soffrendo né il freddo e né la siccità, a tal punto da essere irrigato con estrema rarità. Viene seminato a fine ottobre mentre la raccolta si svolge tra la fine di luglio ed agosto. 

 Il cece nero della Murgia carsica è diverso dal cece sultano comune sia nella forma che nel colore. Questo ecotipo locale ha una forma a chicco di mais, molto più piccola, con la buccia rugosa e irregolare, l'apice a forma di uncino, molto gustoso e ricchissimo di ferro e di fibre (tre volte tanto la quantità presente in un cece comune).

 



Conservazione e cottura

Dopo la raccolta viene lasciato essiccare per essere reperibile tutto l'anno. Va tenuto a bagno per 24 ore, quindi scolato e bollito in acqua con sedano, cipolla e carota per almeno due ore.


Proprietà salutistiche

Grazie alla sua alta concentrazione di ferro, in passato era consigliato alle donne gravide. Data la scarsità di proteine animali nella dieta quotidiana si sopperiva infatti con le immancabili fave secche, i fagioli, i ceci bianchi ed i ceci neri, altamente proteici e nutrienti.


Zona geografica

La Murgia è un altopiano carsico di forma quadrangolare collocato nella Puglia centrale. La parte che si trova in provincia di Bari viene definita dalle persone del posto “Murgia Carsica” e si colloca a sud est di Bari. In passato questo territorio era ricco di allevamenti e di coltivazioni, vigneti, mandorleti e oliveti, che si adattavano bene al terreno roccioso e spesso privo di acqua. Oltre queste colture, destinate al commercio, i contadini piantavano legumi, cipolle, che erano alla base della loro alimentazione e che vendevano nei mercati locali: ceci e lenticchie, soprattutto, e tra i primi in particolare un cece rugoso, di colore nerissimo.


Indizi di qualità

Presidio slowfood









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it