Fungo Cardoncello della Murgia

Pubblicato il 7/4/2015 da Vincenzo Signoriello



Localizzazione


Descrizione

Cardoncello della Murgia "le fung carduncell de la murg" (Pleurotus eryngii) Gillet Hymenomycetes; varietà ferulae (le fung de cosch); var. elaeoselini(u stangaridd).

Specie:dal latino eryngium= Eringio, per il suo habitat preferenziale. 

Cappello : carnoso, convesso,  poi depresso al centro, margine involuto leggermente vellutato; di colore biancastro, poi brunastro; 3-10 cm di diametro, la colorazione cambia in base al clima più chiara quando esposta al sole. 

Lamelle: bianco-grigiastre decorrenti sul gambo.

Gambo 4-10 x 1-3 cm, sodo, centrale, attenuato alla base, di colore biancastro.

Sapore dolce e gradevole.

Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

I funghi sono stati utilizzati nella Medicina Tradizionale Cinese (MT C) per millenni, sia come nutrizione che come fitoterapia per il benessere psico-fisico e la longevità. I funghi costituiscono un efficace supporto biologico nella terapia oncologica, in quanto potenziano e supportano il sistema immunitario. In corso di chemioterapia e radioterapia riducono gli effetti collaterali e proteggono i tessuti sani dai possibili danni. Il valore nutrizionale presenta 100 gr. di sostanza secca comprende: lipidi 6,7%, proteine 12,3%, carboidrati 25,3%. Il contenuto di aminoacidi presenta triptofano e acido gamma amino butirrico (GABA), un aminoacido non essenziale con funzioni di neurotrasmettitore nel sistema nervoso centrale. La composizione minerale è la seguente: fosforo 1,3%, potassio 3,1%, calcio 0,006%, magnesio 0,2%, ferro 29,ug/g, rame 22 ug/g.


Conservazione e cottura

I funghi conservano le proprietà nutrizionali freschi, meno essiccati e sott’olio.


Proprietà salutistiche

Studi scientifici recenti hanno dimostrato che i funghi agiscono come modulatori del sistema immunitario .Questo effetto si evidenzia grazie alla presenza dei B-glucani che stimolano particolari cellule e attivano la produzione di molecole in grado di orientare la risposta immunitaria con azione anti-tumorale, inoltre presentano una azione pro biotica, disintossicante epatica.


Zona geografica

Il fungo Cardoncello con le altre specie crescono spontaneamente in tutto il territorio del parco nazionale dell’alta Murgia.


Periodo di raccolta e consumo

La stagione di raccolta della ferula inizia da settembre fino a dicembre, il cardoncello va da ottobre a dicembre , la varietà olaeoselini da metà ottobre a meta novembre, poi 15 aprile 15 maggio quando si riesce a trovare.


Indizi di qualità

Carne bianca, soda tenace, di sapore piacevole non ben definibile.


Elementi della storia e delle tradizioni

Il parco turistico federiciano ai piedi del Castel del Monte ospita un ghiotto evento dedicato a dei protagonisti delle tavole autunnali: il fungo carboncello e il tartufo murgiano accompagnato dai vini locali dalle antiche tradizioni contadine.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it