MELA COTOGNA

Pubblicato il 8/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

      La mela cotogna è una sorta di ibrido tra una pera e una mela, appartenente  alla famiglia delle Rosacee e alla specie Cydonia Vulgaria. Il frutto si presenta dalla forma tonda e piuttosto grossa, il suo colore è giallo o verde chiaro, la buccia è caratterizzata da una leggera peluria che scompare con la maturazione, mentre la polpa è compatta e piuttosto dura, il gusto acidulo non favorisce il suo consumo fresco, infatti viene molto utilizzata cotta in cucina.

Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

La mela cotogna è un frutto estremamente sano e ricco di vitamine che riesce ad apportare notevoli benefici a chi ne fa uso. Infatti è un frutto ricco di vitamina A, B, C, PP e sali minerali (potassio, zolfo, fosforo, calcio , magnesio, sodio, ferro), nonché di acido malico, tarnaico, pochi zuccheri e molte fibre. Inoltre è un prodotto a basso contenuto calorico, infatti 100 grammi di prodotto forniscono circa 26 calorie, è dunque adatto anche a chi soffre di diabete o chi ha necessità di seguire un'alimentazione a regime dietetico.
Questo frutto deve le sue numerose proprietà ai princìpi attivi in esso contenuti, come il fruttosio, uno zucchero che mantiene relativamente costante la glicemia e che può essere consumato con moderazione anche dai soggetti diabetici. Infine la mela contiene acido malico (circa 0,6-1,3 grammi) che ne determina il sapore lievemente aspro e che facilita la digestione.


Conservazione e cottura

Cruda non è particolarmente appetibile, proprio per l’elevata presenza di fibra alimentare che la rende molto dura e difficile da mordere. Si utilizza, infatti, più che altro cotta, in questo modo si presta a diverse preparazioni sia dolci che salate, come la classica cotognata, ideale accompagnamento di formaggi, oppure la dolcissima marmellata di mele cotogne o l'antica ricetta delle mele cotogne al forno.


Proprietà salutistiche

Questo frutto può vantare proprietà emollienti, sedative, antibatteriche, antinfiammatorie per l'apparato digerente, toniche ed astringenti; ciò è dovuto all'alta presenza di tannini che compiono un'azione protettiva verso la mucosa intestinale e rallentano la peristalsi. Riesce inoltre ad idratare a fondo la pelle e a ritardare l'insorgere delle rughe grazie alle mucillaggini contenute nei suoi semi.
La principale qualità della mela cotogna è la ricchezza di pectina, una fibra alimentare solubile, con proprietà addensanti, stabilizzanti e gelatinizzanti. La pectina, grazie alle sue caratteristiche, aiuta a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e glicemia nel sangue ed è dunque un valido aiuto nella prevenzione delle patologie cardiovascolari.
La mela cotogna è una grande alleata anche dell’apparato digerente; la ricchezza di pectina, infatti, aiuta la motilità intestinale. Questi frutti, inoltre, contengono acido malico, che favorisce la digestione, e vantano proprietà antinfiammatorie a carico di stomaco e intestino. La mela cotogna, quindi, è un rimedio naturale contro la stitichezza e può aiutare in caso di infezioni gastrointestinali.


Zona geografica

L’albero del cotogno è originario dell’Asia, ma era conosciuto in Italia già al tempo dei Romani.
Si coltiva un po’ in tutte le nostre regioni, ma è poco diffuso; la maggiore presenza si registra in Puglia, Sicilia e Campania. I frutti non si trovano facilmente in commercio, specie nella grande distribuzione.


Periodo di raccolta e consumo

La raccolta delle mele cotogne avviene nei mesi di settembre e ottobre. Proprio per le caratteristiche fortemente astringenti ed acidule della polpa, le mele cotogne vengono sfruttate per lo più in cucina come addensante di marmellate, grazie alla ricchezza in pectine, inoltre viene utilizzata per la preparazione di mostarde, liquori, distillati in genere e gelatine.


Habitat ideale di coltivazione

La pianta di mele cotogne ben si adatta a terreni poveri: l'albero richiede solamente un buon drenaggio e non ama i terreni molto calcarei.


Elementi della storia e delle tradizioni

La mela cotogna è un frutto originario dell'Asia occidentale, di origini antichissime, ma tuttora presente; era già conosciuta circa 4000 anni fa dai Babilonesi, nonché dai Greci e dai Romani che la consumavano fresca accompagnata dal miele, oppure producevano una specie di sidro, che simboleggiava l'amore e la fecondità, la sua presenza all'epoca è testimoniata da alcuni affreschi ritrovati a Pompei che la raffigurano.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it