MELA GOLDEN DELICIOUS E ROYAL GALA

Pubblicato il 8/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

       La mela è il "falso frutto" del melo (famiglia delle Rosaceae), ed è originaria dell'Asia centrale.

       È generalmente tonda, ed il suo colore varia a seconda delle varietà, dal verde, al giallo o rosso con macchie e striature. La buccia è solitamente fine, liscia e resistente e la polpa è bianca o giallognola, soda e succosa, di sapore dolce o acidulo, a volte farinosa. Il frutto del melo è un "pomo", cioè un “falso frutto”, infatti è dal ricettacolo che ha origine la polpa e non dall'ovario del fiore, il vero frutto è il torsolo che contiene i semi. Ne esistono più di 2000 varietà tra cui annoveriamo:

        - la Golden Delicious che è una varietà di origine americana, di forma tondeggiante, buccia colore giallo,  polpa croccante e compatta, sapore dolce leggermente acidulo;

        - la Royal Gala che ha la buccia di colore rosso intenso con venature giallo chiaro, polpa soda e  croccante e sapore dolce leggermente aspro.



Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

A livello nutrizionale non esistono particolari differenze tra i diversi tipi di mela. La mela è ideale come frutta per terminare il pasto in quanto apporta un buon contenuto di fibre, circa il doppio delle ciliegie e circa il triplo delle fragole. È composta dall'83% di acqua, e pertanto è un'ottima fonte di reidratazione. La mela è spesso proposta dagli esperti in nutrizione per il suo ridotto contenuto calorico (52 Kcal/100 g).
Le proprietà antiossidanti sono molto rilevanti, in quanto contiene vitamina A (54 IU /100 g e 3 mcg_RAE /100 g), vitamina E (0,18 mcg/100 g) e vitamina C (4,6 mg/100 g), nonché niacina (0,091 mg/100 g) e folato (3 mcg/100 g).
Inoltre sono presenti altre sostanze antiossidanti appartenenti ai flavonoidi efficaci nel combattere i radicali liberi. Contiene dal 6 al 14% di zuccheri semplici fruttosio e glucosio, che al contrario degli zuccheri complessi (come l'amido) sono assorbiti rapidamente dall'organismo apportando energia.
Queste caratteristiche la rendono il primo cibo dei neonati dopo il latte materno.


Conservazione e cottura

In frigorifero le mele si conservano a lungo, anche 6 settimane. E’ opportuno conservarle lontano dalle verdure con foglie perché le mele, come le banane, le pere e i meloni, producono etilene, un gas in grado di deteriorarle.


Proprietà salutistiche

La mela è particolarmente indicata nei casi di disturbi intestinali, in quanto è caratterizzata da un alto contenuto di pectine, che, con un adeguato introito idrico, possono garantire un migliore riassorbimento ed una più regolare defecazione.
In tal senso in passato vennero addirittura proposte diete a base di polpa di mele per pazienti affetti da malattie gastrointestinali, come la diarrea. Appartenendo alle fibre (che nella mela sono presenti in concentrazione di 2,4 g/100 g), le pectine riducono inoltre l’assorbimento di colesterolo ed, in parte, conferiscono senso di sazietà. In passato si è anche proposto un possibile ruolo della mela in materia di igiene dentale, in quanto, essendo un alimento fibroso, offre una certa resistenza alla masticazione e, quindi, contribuisce all’irrobustimento di denti, mascelle e gengive, ma stimola anche la salivazione e, quindi, la pulizia dei denti. Infine è riconosciuto alle mele un ottimo potere diuretico.


Zona geografica

In Italia le mele sono coltivate soprattutto nelle regioni del Nord, ma negli ultimi anni il territorio della Valle d’Itria si è dimostrato molto favorevole alla produzione di mele di alta qualità.


Periodo di raccolta e consumo

La mela è il frutto più destagionalizzato, infatti lo si trova tutto l'anno poiché vengono fatte maturare lentamente in atmosfera controllata (la Delicious si presta meglio delle altre a questo tipo di conservazione). La sua naturale maturazione varia da fine agosto a metà ottobre. Le mele fresche sono disponibili fino a Gennaio, poi entrano sul mercato quelle conservate in atmosfera modificata.
La mela è molto usata in cucina, si mangia sia cruda che cotta e al giorno d'oggi viene anche aggiunta a preparazioni salate, soprattutto con la carne e alle insalate.


Habitat ideale di coltivazione

E’ una pianta robusta e relativamente facile da coltivare, infatti prospera in ogni tipo di terreno, purchè non sia eccessivamente umido, nè troppo argilloso.


Indizi di qualità

Al tatto devono risultare sode (non devono ammaccarsi con la semplice pressione di un dito), e non presentare incavi e ammaccature. Anche il colore è importante. È facile trovare le Golden di color verde anzichè giallo, il che sta indicare che sono acerbe.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it