POMODORINO DI MORCIANO

Pubblicato il 16/6/2015 da GAL CAPO S. MARIA DI LEUCA



Localizzazione


Descrizione

Il “pomodoro di Morciano” era una tra le varietà più precoci del Salento, coltivata nel comprensorio di Morciano di Leuca (LE), su piccoli terrazzamenti guadagnati dai contadini nelle località costiere di Torre Pali e Pescoluse: la coltura veniva favorita dall'azione mitigatrice del mare e dalla protezione dei caratteristici muri a secco che delimitavano i piccoli orti. Da diversi anni, le colture di pomodoro effettuate in serra garantiscono la stessa precocità e le nuove varietà commerciali, più adattabili a condizioni colturali diversificate, hanno sostituito ampiamente la cultivar locale da noi ricercata. Il recupero e la valorizzazione di tale cultivar darebbero sicuramente un input positivo all'economia locale mentre, la messa a punto di tecniche agronomiche volte all'ottimizzazione delle rese colturali, potrebbe rappresentare il volano di un settore, quale quello agricolo, che negli ultimi decenni soffre dell'abbandono da parte degli addetti e della scarsa adeguatezza delle pratiche agricole, subendo anche forti perdite di materiale genetico.

Pianta determinata, vigorosa, a ciclo precocissimo, molto produttiva e particolarmente idonea alla forzatura. La bacca è piccola, tondeggiante leggermente allungata. La particolarità di questa cultivar consta proprio nella precocità e brevità del suo ciclo vegetativo.

All’apparenza si presenta leggermente più bitorsoluto del normale pomodoro

Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto




Acqua


94,0 g




Proteine


1,0 g




Lipidi


0,2 g




Carboidrati


3,5 g




Zuccheri solubili


3,5 g




Fibra totale


2,0 g




Calorie


19 Kcal




Sodio


6 mg




Potassio


297 mg




Ferro


0,3 mg




Calcio


9 mg




Fosforo


25 mg




Tiamina


0,02 mg




Niacina


0,8 mg




Vit A retinolo eq


610 microg




Vitamina C


25 mg




Licopene


16 mg




Conservazione e cottura

Si presta al consumo fresco , va conservato in luoghi
freschi e asciutti. Il “pomodoro di Morciano” era una varietà utilizzata per la
preparazione di triturato e concentrato, ma anche per il consumo fresco (tipica l'”acqua e sale” che
i contadini preparavano e consumavano in campo durante le pause di lavoro,
spezzettando il pane raffermo in una ciotola insieme con i pomodori, condendo
con olio e sale e ricoprendo il tutto con acqua). Tuttavia, la resa non è tra le
migliori.


Proprietà salutistiche

Proprietà antinfiammatorie e antiossidanti


Zona geografica

Provincia di Lecce


Periodo di raccolta e consumo

Metà
di giugno.


Indizi di qualità

Colore rosso vivo, superficie turgida, forma leggermente
bitorsoluta.Fonti scheda : www1.inea.it, www.agricultura.it,




foto scheda: biodiversitapuglia.it; progetto Biodiverso









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it