SIVONE

Pubblicato il 7/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

Il Sivone è una pianta con fusti eretti o ascendenti, tubulosi, ramosi e fogliosi fino in alto. Le foglie sono opache e non spinose. I capolini di diametro 2-3 cm portano fiori gialli di 12-14 mm. Il nome botanico è grespino comune (Sonchus oleraceus L.) e appartiene alla famiglia delle Asteraceae.


 

Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

Il sivone è uno dei vegetali più apprezzati in cucina sia per le sue proprietà medicamentose che per il suo gusto; ha un contenuto calorico molto basso, circa 31 calorie per ogni etto, è povero di grassi ma molto ricco di fibre, calcio e fosforo. Contiene diverse sostanze importanti come l'inulina, la cicorina, la colina, il tannino, l’acido cicorico, amido, protidi, sali minerali e vitamine (B, C, K, P). Attraverso le sostanze amare presenti nella cicoria (acido cicorico), viene stimolata la digestione e anche il drenaggio del fegato e della colonna vertebrale. Queste sostanze aiutano a ridurre la fame e stimolano la sensazione di pienezza. Infine aiuta l'organismo ad assorbire meglio il calcio ed altri minerali.


Conservazione e cottura

Le foglie devono essere consumate entro pochi giorni dalla raccolta perché sono facilmente deperibili; spesso vengono lessate e congelate.


Proprietà salutistiche

Per via del suo sapore ben distinto e delle sostanze in essa contenute, al sivone vengono attribuite proprietà depurative e disintossicanti, con particolare riferimento alle radici, che sarebbero in grado di stimolare l'attività del fegato e dei reni. Le miscele contenuti nei sivoni sono efficaci nel trattamento di problemi digestivi, gastrite, epatite, problemi alla cistifellea, enterocolite, vermi intestinali, emorroidi. Grazie ai composti attivi delle erbe, si può avere una diminuzione della glicemia e del colesterolo e, di conseguenza, una riduzione del rischio di contrarre il diabete o di formazione di sclerosi (placche) nelle arterie.
Infine il tannino funziona come astringente, disinfettante, tonico, disintossicante ed ha un leggero effetto antibiotico. Favorisce il funzionamento e gli effetti della colecisti .


Prevenzione dalle malattie

Vari studi dimostrano che l’inulina, presente nel sivone, riduce notevolmente il rischio di cancro intestinale.


Zona geografica

La pianta in natura cresce spontanea ed è diffusa in tutto il territorio italiano.


Periodo di raccolta e consumo

Le foglie vengono raccolte nel periodo primaverile, quando sono ancora tenere. Il sivone la fa da padrone sulle tavole pugliesi, spesso utilizzato come contorno semplicemente lesso o saltato in padella e condito con olio extravergine di oliva o associato a piatti poveri della tradizione come il purè di fave o le fave fresche.


Habitat ideale di coltivazione

L'habitat tipico per questa pianta sono le colture concimate, i muri, i bordi delle vie; ma anche gli ambienti ruderali. Il substrato preferito è calcareo ma anche calcareo/siliceo con PH basico, inoltre il terreno deve essere mediamente umido.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it