UVA BIANCO D'ALESSANO

Pubblicato il 11/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

       Il Bianco d'Alessano è un vitigno a bacca bianca autoctono della Valle d'Itria. Le caratteristiche estetiche del vitigno presentano delle foglie grandi e orbicolari, con grappoli di dimensioni tra le medie e le grandi, con forme coniche tendenti al cilindrico, a densità compatta e a volte dotati di una sola ala. I chicchi appaiono di medie dimensioni, ben sferici e con molta pruina sulle spesse bucce. Il colore è giallo.



Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

Il vino è composto per la maggior parte d’acqua, poi da alcool etilico e da una serie vastissima di sostanze come acidi, polifenoli, pectine e oligoelementi. In termini nutrizionali 100 gr di bianco d’Alessano, come gli altri vini bianchi, equivalgono a circa 87 kcal


Proprietà salutistiche

Il vino è una bevanda alcolica e, in quanto tale, va consumato in quantità moderate. Il limite massimo ragionevole è due bicchieri al giorno per l’uomo e un bicchiere al giorno per la donna, preferibilmente durante i pasti principali e comunque mai a stomaco vuoto.
Il vino bianco, per la sua differente vinificazione, ha alcune proprietà che lo rendono leggermente più adatto a una dieta dimagrante in quanto, essendo più dolce, per esempio, aumenta il senso di sazietà evitando un consumo maggiore di cibo. E' ricco di sostanze come i flavonoidi, potenti antiossidanti, che prevengono l’arteriosclerosi, proteggendo le coronarie, inoltre grazie ai tannini il vino è antibatterico e antivirale in quanto stimola il sistema immunitario e in caso di virus ne attacca la capsula protettiva, distruggendoli. Infine il potassio contenuto nel vino migliora la circolazione sanguigna.


Prevenzione dalle malattie

Alcuni studi hanno ipotizzato un effetto positivo del vino bianco nella prevenzione delle malattie reumatiche dovuto a due sostanze (tirosolo e acido caffeico) che sono in grado di contrastare l’infiammazione.


Zona geografica

La sua zona di diffusione principale è nei comuni di Martina Franca in provincia di Taranto, a Cisternino in provincia di Brindisi e a Locorotondo in provincia di Bari.



Periodo di raccolta e consumo

Il vitigno è coltivato con sistemi a media espansione e potatura sostenuta, presenta un'ottima resistenza alle malattie, quali quelle crittogamiche, nonché alla peronospora e allo oidio.
Soffre le gelate che causano acinellature, ma queste sono molto scarse in un territorio come quello pugliese. A proteggerlo dalle gelate anche il germogliamento tardivo, come tardive sono le maturazioni, a cavallo tra settembre e ottobre. Data la sua estrema neutralità, l’uva viene quasi esclusivamente utilizzata per il taglio, è difficile dare una definizione delle proprietà organolettiche di questo vino e dei suoi abbinamenti; molto dipende dall'uva principale utilizzata nell'assemblaggio, che quindi potrebbe esprimere sia profumazioni floreali che fruttate. In alcuni casi si riescono ad aggiungere tocchi erbacei nelle vinificazioni migliori.
Anche gli abbinamenti quindi risentono della composizione dell'assemblaggio, e possono essere quelli generalmente indicati per i bianchi, come i piatti di pesce o verdure, o le uova.


Habitat ideale di coltivazione

Il vitigno non ha particolari esigenze pedoclimatiche, e si fa apprezzare per la sua adattabilità.
Nella scelta si preferiscono terreni a medio impasto, con concimazioni profonde.


Indizi di qualità

La principale caratteristica gradita sembra essere la neutralità del colore tipica della sua vinificazione in purezza e serve per lo più da taglio con il Verdeca, dove assume la colorazione verdognola di quest'ultimo, avendo il vino in purezza una colorazione estremamente neutra e chiara.
Fa parte dei disciplinari del Martina Franca DOC e del Locorotondo DOC.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it