UVA MINUTOLO

Pubblicato il 11/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

Il Minutolo è un vitigno a bacca bianca caratteristico della Puglia centrale, viene allevato in particolar modo nell’area della Valle d’Itria dove trova terreno e condizioni climatiche ideali. Caratteristiche di questa uva sono la piccola dimensione dell’acino, da cui la denominazione di “Minutolo” e la spiccata aromaticità. Il Minutolo è un’uva aromatica molto interessante, che si propone con caratteristiche organolettiche molto espressive, con sentori floreali, di frutti a polpa gialla ed erbe aromatiche (rosmarino, salvia, alloro) che sono molto caratteristiche del vitigno. La pianta ha una foglia piccola, il grappolo è stretto, gli acini sono a forma ellittica di dimensioni medio-piccole con la buccia gialla dorata con sfumature ambrate. Il vino che ne deriva ha un colore giallo vivace con riflessi verdi, profumo fruttato intenso, con sentori di frutta tropicale, agrumi verdi, macchia mediterranea e spezie fresche. Gusto pieno, armonico, voluminoso con una buona acidità. Retrogusto fruttato e speziato.

        

Composizione e caratteristiche nutrizionali del prodotto

Il vino è composto per la maggior parte d’acqua, poi da alcool etilico e da una serie vastissima di sostanze come acidi, polifenoli, pectine e oligoelementi. In 100 gr di vino minutolo troviamo a circa 87 kcal.


Proprietà salutistiche

Il vino è una bevanda alcolica e, in quanto tale, va consumato in quantità moderate. Il limite massimo ragionevole è due bicchieri al giorno per l’uomo e un bicchiere al giorno per la donna, preferibilmente durante i pasti principali e comunque mai a stomaco vuoto.
Il vino bianco, per la sua differente vinificazione, ha alcune proprietà che lo rendono leggermente più adatto a una dieta dimagrante in quanto, essendo più dolce, per esempio, aumenta il senso di sazietà evitando un consumo maggiore di cibo. E' ricco di sostanze come i flavonoidi, potenti antiossidanti, che prevengono l’arteriosclerosi, proteggendo le coronarie, inoltre grazie ai tannini il vino è antibatterico e antivirale in quanto stimola il sistema immunitario e in caso di virus ne attacca la capsula protettiva, distruggendoli. Infine il potassio contenuto nel vino migliora la circolazione sanguigna.


Prevenzione dalle malattie

Alcuni studi hanno ipotizzato un effetto positivo del vino bianco nella prevenzione delle malattie reumatiche dovuto a due sostanze (tirosolo e acido caffeico) che sono in grado di contrastare l’infiammazione.


Zona geografica

Il vitigno minutolo viene coltivato in particolar modo nell’area della Valle d’Itria dove trova terreno e condizioni climatiche ideali.


Periodo di raccolta e consumo

Le viti sono coltivate a controspalliera con potatura a cordone speronato con 5 speroni di 2 gemme per ceppo, in terreni calcareo, argillosi. Il suo carico aromatico è capace di invecchiare, e con un buon lavoro in campo e cantina, diviene un vino di buon corpo ma facile beva, con una spiccata acidità e freschezza. Bisogna servirlo a 10-12°C abbinato a risotti e paste con erbe aromatiche, frutti di mare, molluschi o crostacei. Ottimo anche con piatti di pesce e formaggi semi-stagionati.


Habitat ideale di coltivazione

Il vitigno minutolo predilige terreni argillosi e calcarei come quelli della Valle d’Itria.


Indizi di qualità

La sua riscoperta si deve all’enologo Pasquale (Lino) Carparelli dell’azienda Torrevento, che con alcuni colleghi decise nel 2000 di cercare nel territorio i vecchi vigneti, mappando tutte le viti di Minutolo sopravvissute all’espianto. Da quelle viti furono raccolte le gemme ed innestate su un nuovo vigneto: fu il primo filare di Minutolo.
In Puglia è stato usato per una minima percentuale per le DOC Locorotondo e Martina Franca, seppur subito sostituito da Bianco D’Alessando e Verdeca, vitigni per i produttori più redditizi e ormai più abituali nel territorio.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it