PATE' DI ROSOLACCIO

Pubblicato il 7/5/2015 da Annalisa Adobati



Localizzazione


Descrizione

Antipasto con erbe spontanee:

Il rosolaccio o papavero comune (Papaver rhoeas L.) è una pianta erbacea alta all’incirca 70 cm che presenta steli esili e pelosi con foglie variamente incise. I fiori, di colore rosso, sono composti da petali leggeri ed allargati che contornano una serie di stami neri e un grosso pistillo centrale. La parte che si mangia del rosolaccio, è la rosetta basale. La rosetta và consumata in cucina, prima che la pianta inizi la fioritura, in modo da avere una foglia molto giovane, piccola e tenera. 





Ingredienti

Per 12 crostini:

· 200 gr. di rosolaccio (foglie basali);

· 10 mandorle tostate da frullare con il rosolaccio + 12 mandorle per guarnizione;

· 4 cucchiai d’olio extravergine di oliva;

· 12 crostini di pane ai 5 cereali;


Preparazione

Mondare le rosole eliminando solo il torsolo che tiene assieme i gambi delle foglie. Sbollentarle in una pentola alta e scoperta, con acqua salata , rigirandole in modo da cuocerle uniformemente. Scolarle accuratamente, in modo da eliminare tutta l'acqua. Ponetele nel frullatore con 10 mandorle tostate e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere l'olio extravergine a filo fino a quando non otterrete una crema morbida e sufficientemente compatta. Il paté è pronto per essere servito. Potete gustarlo su croccanti crostini: per prepararli sarà sufficiente affettare il pane, disporlo su una leccarda foderata con carta da forno, irrorarlo con un filo d'olio e farlo tostare in forno in modalità grill per 2 minuti, girandolo a metà cottura per farlo tostare in maniera uniforme. Spalmare il paté sui crostini e guarnire ogni crostino con una mandorla.


Aspetti nutrizionali

VALORI NUTRIZIONALI PER CROSTINO – KCAL 164

PROTEINE 4 gr

GRASSI 6 gr

CARBOIDRATI 24 gr

Una buona ricetta da utilizzare come antipasto o come spuntino/merenda, con il vantaggio di apportare all’organismo benefici principi attivi con proprietà medicamentose, quali alcaloidi con potere neurosedativo non tossico; tannini e mucillaggini con funzioni antinfiammatorie, astringenti e antidiarroiche; antociani con potente azione antiossidante, utile a combattere l’invecchiamento cellulare, a contrastare la cellulite, l’ipercolesterolemia, la fragilità capillare.

Le mandorle presenti, inoltre, ne migliorano il valore energetico e nutritivo conferendo acidi grassi mono e polinsaturi, i famosi “grassi buoni” e vitamine e sali minerali.









Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it