Gallipoli ed il suo legame con il mare

Pubblicato il 13/5/2015 da Francesca Margarito



Localizzazione


Descrizione



 


Gallipoli, la città dai due versanti, è diversa dal resto del Salento. Legata al mare per modi di vivere, pensare, mangiare e lavorare, è tra le mete più visitate d'Italia.

Percorrendo le mura del centro storico, partendo dal Chiostro di Sant'Antonio, si incontrano pescatori sui marciapiedi intenti a preparare gli ami del loro "cuenzu", o "conzo" in italiano.  

È un antico modo di pescare ma ancora molto utilizzato nel sud Italia: si tratta di numerosi ami con esca legati al filo di nylon, distanziati tra loro e preparati all'interno di un'ampia bacinella. Il numero di ami varia in base al tipo di pesca, se professionale o sportiva.

"Lu cuenzu" però non è l'unico metodo di pesca utilizzato, vengono utilizzate anche le reti. La grandezza della maglia però è molto importante perché deve rispettare i limiti imposti dall'Unione Europea. Delle maglie troppo piccole rischierebbero di catturare pesci troppo giovani, mettendo in pericolo l'ecosistema marino, già gravemente danneggiato. Dietro "la pesca con la rete" c'è un lavoro di manualità davvero difficile, soltanto praticandolo fin da piccoli lo si può imparare alla perfezione. 

Il mestiere del pescatore è in pericolo, perché le nuove generazioni non vogliono più trascorrere le giornate in mare e cucire le reti. Troppe lauree rischiano di far scomparire anche questo artigiano.











Programma di Sviluppo Rurale Puglia 2007-2013
Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421
Progetto di cooperazione transnazionale “LEADERMED”:
TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLE CULTURE LOCALI SULLA DIETA MEDITERRANEA


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.



GAL Sud-Est Barese S.c.m. a r.l.
Sede Operativa: Via Nino Rota, 28/A -
70042 Mola di Bari (BA)
Tel. +39 080 4737490 + Fax. +39 080 4731219 - P. IVA 07001380729
PEC: galseb@gigapec.it - info@galseb.it